Categoria della settimana #4 – Intelligenza.

Ciao bei bambini! Come sicuramente non avrete notato, questo giovedì non sono riuscita a postare il mio solito appuntamento, ma prometto di essere più diligente di fare bene i compiti a casa.

Questa settimana ci dilettiamo con l’intelligenza, quella sovrumana, quella delle macchine. Questa settimana si parla di Illuminae di Amie Kaufman e Jay Kristoff.

23395680Titolo: Illuminae file_01

Autore: Amie Kaufman & Jay Kristoff

Pagine: 599

Editore: Mondadori

Siamo nel 2575, su un pianeta chissà dove nell’universo, grande quanto un granellino di sabbia e con la mite temperatura che si potrebbe trovare in Siberia.

E’ il giorno in cui Kady decide di mettere fine alla sua relazione con Ezra, il famoso fidanzato storico, ma non si può immaginare che da lì a poco il loro pianeta verrà invaso e loro due saranno costretti a fare squadra per mettere il culetto al sicuro su una delle tre navicelle di salvataggio del pianeta.

Scopriamo subito che la nostra piccola Kady è una sorta di hacker e riesce a intrufolarsi nei sistemi di comunicazione per parlare con l’equipaggio delle altre navicelle, ma anche ad accedere a informazioni segrete che le faranno capire il perché dell’invasione a un pianeta così piccolo e insignificante.

Ma cosa c’entra allora l’intelligenza? Certo, Kady dimostrerà di avere tutte le competenze per questa sua folle indagine, ma non è a lei che mi riferisco.Parlo di AIDAN, l’intelligenza artificiale presente su ogni nave, pronta ad aiutare l’uomo nelle sue missioni. Ma è successo qualcosa proprio ad AIDAN (o forse no?) e sembra che si sia trasformato nel peggior nemico del proprio equipaggio.

AIDAN dimostra di avere quell’intelligenza fredda e spietata, una mente calcolatrice (in ogni senso). Secondo me, non sono dimostra di rispondere perfettamente agli ordini per cui è stata programmata, ma non sembra nemmeno farlo con tutta quella leggerezza che mostrava all’inizio. Una macchina spietata e scaltra, ma che salverà tutti (più o meno) dall’andare dritti verso morte certa. Le decisioni difficili, quelle che mettono di mezzo sentimenti, emozioni, ripensamenti, sono proprio affidate a lei per questo motivo: perché è una macchina, non ha un cuore, non ha un cervello, non ha ormoni impazziti che le fanno cose in maniera avventata. AIDAN è crudele, ma è necessario a volte.

Oltre a un elogio all’intelligenza che potrei fare andare avanti fino al prossimo giovedì, questo libro merita anche per la storia e per come la racconta. Come ho già detto, Kady si infiltra nei computer di bordo e chatta, scopre files, hackera e tutto è raccontato proprio così, attraverso chat, documenti, ricostruzioni di files. La grafica interna è meravigliosa, una dei pochi libri belli anche da vedere.

P.s.: è una saga, il secondo capitolo, Gemina, è ancora inedito in Italia.

Voi che mi dite? L’avete letto? Vi è piaciuto? Ho detto solo delle tavanate assurde o qualcosa di sensato c’è? Fatemi sapere tutto quello che pensate su questa lettura in un commento qua sotto oppure mandatemi una lettera o cercatemi su instagram, goodreads o tumblr.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...