Booktag: l’arte di leggere.

Regole:

  • Potete scegliere a quale domanda rispondere, non ci sarà nessun “obbligo” di svolgimento. Ovviamente, potrete anche rispondere a tutte. Nominare il creatore (in questo caso me).
  • Taggare almeno 3 blog.
  • Può partecipare anche chi non viene taggato ovviamente.

Domande:

  1. Per un motivo, per il quale, non vi è dato sapere, potrete scegliere 3 libri dalla vostra library. Quale scegliete e perchè?
  2. Avete dinanzi a voi 4 persone, ogni una di esse, vi dirà le proprie caratteristiche caratteriali ed abitudini. Quale libro/i consigliereste ad ognuno di essi?

-RAGAZZO/A: 15 anni- pieno/a di fantasia-sempre con il sorriso sulle labbra- ama andare in giro e scoprire posti nuovi- temerario/a.
-UOMO: gran lavoratore- ama la storia- serio e profondo.
-DONNA: amorevole- piena di passione- sognatrice-forte ed indipendente.
-RAGAZZO/A: 20 anni- più maturo/a della sua età- pieno di fantasia e passione-gli/le piace scrivere- gran lettore/lettrice.
3. Descrivi, racconta la tua routine da lettore. ( Come scegli un libro, cosa mangi o bevi, come e dove leggi ecc). Potete raccontarlo sotto forma di storia o pensiero, commento. Come volete.

 

Il rientro a casa segna la fine della tua giornata, che molto spesso combacia anche con l’inizio del giorno successivo.
La porta cigola quando la chiudi e trattieni un attimo il respiro per sentire se qualcuno si è accorto del tuo ritorno.
Via libera.
Noti subito che ci sono tre mazzi di chiavi sul mobiletto nell’entrata, quattro con il tuo, e sai per certo che sono tutti già a letto da un po’. Ti spogli, inizi a prepararti per il tuo momento intimo con te stessa. The, coperta, ma prima di tutto la scelta della nuova lettura.
Passeggi davanti alla libreria come se aspettassi che qualche libro di piombi addosso, magari già aperto sulla prima pagina e pronto a essere letto. Sarebbe molto più facile così. Invece non sai mai quale scegliere, quale storia ascoltare per prima. Poi, senza un motivo preciso, capita che qualcosa attiri il tuo sguardo e la tua attenzione più di altro.
Eccolo. E’ lui, la prossima lettura.
Hai sentito come una chiamata, una sorta di energia che ti tira verso di lui. Non hai mai capito come possa succedere una cosa così illogica e inspiegabile e forse non lo capirai mai. Sai solo che succede e basta e non si può dire di no. Sai fin troppo bene che se prendessi un altro libro in mano sentiresti di star facendo qualcosa di sbagliato, non sarebbe il momento giusto.
Proprio così. Il momento giusto che esiste per ogni cosa: per comprare casa, per partire, per tornare, per chiedere scusa, per iniziare, per fare, per dire. E per i libri. Esiste un momento giusto anche per loro, per quando devono essere scritti e soprattutto letti.
Afferri il libro, senti e pregusti che ci sono tante avventura in attesa di essere vissute, e con la tazza di the nell’altra mano ti avvicini al divano e il mondo attorno a te un po’ inizia a svanire.

 

 

Questo è lo scempio che ho partorito e spero di non aver offeso nessuno in nessun modo.

Questo booktag è stato ideato da Sweetmebooks che mi ha gentilmente taggata e così ho risposto. Le regole le trovate all’inizio del posto e ovviamente ho deciso di rispondere alla terza domanda con un piccolo racconto.
Siete tutti taggati o semplicemente potete rispondere con un commento. Alla prossima!

Advertisements

One thought on “Booktag: l’arte di leggere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...