I 5 cose su cui mi baso per comprare libri.

Libri, libri, libri… ne parliamo ogni giorno, magari anche tutto il giorno. I più fortunati riescono anche a comprarne uno al giorno e, a volte, anche chi non potrebbe lo fa comunque (vedi la sottoscritta).
Ma come compriamo? Nel senso, su cosa ci basiamo?
Comprare i libri è molto personale e tutti abbiamo dei criteri sui quali ci basiamo, più o meno inconsapevolmente. Il tutto per evitare di prendere una bidonata, di spendere soldi per qualcosa che poi odiamo e iniziamo ad odiare noi stessi perché non siamo stati attenti.
Come quella volta che comprai After di Anna Todd senza sapere che era ispirata a una fanfiction sugli One Direction. E niente, ho buttato quasi venti euro nel gabinetto e ancora adesso sono frustrata.
Come evitare questi problemi? Probabilmente tutto quello che sto per andare ad elencare già lo fate, ma forse posso darvi comunque una mano.

2

  1. 1. Le recensioni: prendiamo un titolo a caso, mettiamo caso che non sappiamo assolutamente nulla dell’autore o della sua storia pubblicata. Le recensioni sono quella presentazione per ogni libro, sono il loro biglietto da visita. Ovviamente più recensioni positiva ha, più ci sentiamo invitati a comprarlo, ma non facciamoci ingannare: le recensioni sono pensieri personali e, spesso, soggettivi quindi non è detto che quello che è piaciuto ad un altro possa piacere anche a noi.
  2. Classifiche: le classifiche di libri ormai spopolano per tutto il globo, ma anche qui vale lo stesso avvertimento di prima: il fatto che un libro sia primo in classifica non significa che ci piacerà sicuramente. Ma ci sarà un motivo per cui è in cima alla lista e non in fondo, no?
  3. Pareri del popolo: uso molto istagram e ho un profilo “bookstagram” (=parlo solo di libri, recensioni, pensieri, wrap up e bookhaul a gogo) e tutte le persone che seguo mettono almeno una volta al giorno un parere su qualche libro. Più persone ne parlano bene, più ci vien voglia di comprare. A volte vorrei che si parlasse un po’ male di certi libri, giusto per non far diventare davvero infinita la mia lista dei desideri di amazon. 3
  4. La copertina: ecco, lo so, mai giudicare un libro dalla copertina. Ma possiamo negare che alcune siano delle vere e proprie opere d’arte? Guardate quella di A Thousand Pieces of you di Claudia Gray. Potete biasimarmi se il mio acquisto si è fondato solo su questo? Diciamo anche che è un’ottima scelta commerciale. L’uso dei certi tipi di colori invece che di altri attira di più l’occhio e invoglia. Ma a tradimento, vi avviso.
  5. La trama: lasciamo da parte tutti i motivi precedenti. La vera caratteristica che ci fa comprare un libro è la trama. Poche semplici parole, magari qualche riga sul retro copertina, accattivanti e che già ci trasportano in un altro modo, in un’altra epoca.

 

Ovviamente – ripeto per la centesima volta – sono tutti motivi più che soggettivi. Molto spesso mi baso su queste cose prima di comprare un libro, soprattutto se è una nuova uscita o se è, per me, un libro sconosciuto. Il tutto per evitare inutili sofferenze al mio portafoglio.

Fatemi sapere se anche voi condividete un mio metodo, se ne avete altri, se ho solo detto delle cavolate tramite un commento c: a presto people!

Annunci

13 thoughts on “I 5 cose su cui mi baso per comprare libri.

  1. Concordo con il tuo metodo di scelta e ne approfitto per aggiungere il punto 6 (che ho realizzato di fare davvero spessissimo): apro il libro su una pagina a caso e la leggo. Arrivata alla fine, mi domando se tenere il libro tra le mani oppure leggendo quelle righe mi abbia suscitato qualche emozione o mi abbia lasciato esattamente com’ero prima e, se la risposta è positiva, è la conferma che quel libro potrebbe far per me 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Da quando ho il blog sono soprattutto le recensioni a lasciarmi tentare dall’acquisto, poi anche se non dovrei vengo attratta dalle copertine. A Tempo di Libri ad esempio, ho acquistato The Queen of the Tearling perché adoravo le pagine con cui è stato stampato e anche la copertina! Di solito comunque mi lascio anche guidare dalla quarta di copertina e come ha scritto fraalways, spesso leggo un pezzo a caso

    Mi piace

  3. Io compro molto a scatola chiusa invece, basandomi solo sul momento, sulla trama etc poi ho la wishlist che si basa su recensioni, foto e tutto il resto. Una volta compro di pancia, un’altra erano la wishlist!

    Mi piace

  4. Oddio, ma allora non sono l’unica ad essere caduta nella trappola di AFTER ahahah! Il problema non è tanto che fosse tratto da una fan fiction, ma che fosse descritta come la storia d’amore del secolo per poi rivelarsi una storiella banale ed inutile. Comunque io solitamente scelgo libri di cui ho sentito parlare bene sui blog, su youtube o su internet in generale, oppure che mi sono stati consigliati da persone che so avere gusti simili ai miei (di solito è mia mamma hahah). Altre volte invece l’istinto prende il soppravvento e mi porto a casa libri di cui non sapevo l’esistenza ma che per qualche motivo mi hanno attratta 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...