I libri dell’infanzia

Questo articolo è dedicato a Pippo, il signore che ogni settimana, alle scuole elementari, portava i libri dalla biblioteca; alla maestra Melina, la mia maestra di italiano che mi ha sempre e solo incoraggiata verso questa passione; alla mia professoressa di italiano delle medie, la professoressa Giolito, che mi ha sempre dato consigli letterari degni di nota; e alla mia professoressa di italiano delle superiori, la professoressa Berruto, che una volta mi ha detto che non leggo abbastanza e voglio darle ragione, perché vorrei farlo di più. Chiedo scusa agli insegnanti sopra citati per tutti gli errori – od orrori – di questo articolo. 

 

La mia infanzia da lettrice è stata meravigliosa e ancora mi chiedo come facessero i miei compagni di scuola ad essere così sereni quando c’erano così tante cose da sapere.

downloadIl tutto inizia con la serie di Valentina di Angelo Petrosino. Questa ragazzina bionda ha parecchie avventure e con ogni libro cerca di insegnare un po’ di morale, ma soprattutto di divertire il bambino lettore. Poi, però, dopo tre o quattro libri di questo genere, ecco che mi viene messo sotto il naso il libro che considero responsabile ma che ringrazio molto: le cronache del Mondo Emerso – Nihal della Terra del Vento di Licia Troisi. 

cdme1Ora, immaginate una ragazzina di dodici o tredici anni, che ha letto poco fino a quel momento e quel poco che ha letto di fantasy aveva come protagonista un ragazzo. Nihal mi ha rivoluzionato la testa e la fantasia. Insomma, è stata la mia prima eroina, la prima donna con i contro cazzi a farmi vedere la forza femminile e di quanto non avesse nulla da invidiare a quella di un ragazzo. Una donna, una guerriera, con una spada vera e soprattutto un drago. Cioè, capitemi, mi sono fatta i capelli mezzi blu sono per sentirmi più lei.

Da qui sono seguiti diversi libri di diversi scrittori – Artemis Fowl di Eoin Colfer, Fairy Oak di Elisabetta Gnone, il classicissimo Geronimo Stilton – e un bel giorno, in quinta elementare, eccolo, lì, in vetrina, bello sgargiante nella sua copertina blu opaco: Eragon di Christopher Paolini. 

Per chi non lo sapesse – in questo caso vi consiglio subito di prenderlo – Eragon è un ragazzo adolescente, che un bel giorno trova un uovo di drago che si schiude per lui e diventa un Cavaliere di Drago. Ecco che l’esercito dei ribelli lo vuole per sconfiggere il re cattivo e condiamo il tutto con elfi, fratelli nascosti,  un padre che non si sa chi è, ma quando lo si scopre si piange, e soprattutto la fine della saga che è arrivata solo poco tempo fa, ma io non dimentico. Cos’ha di importante questo libro? Be’, è stato il primo in assoluto – prima ancora di Twilight – a tenermi sveglia tutta la notte, robe che lo mettevo giù alle 4 del mattino e alle 7 avevo la sveglia. Mica male per una marmocchia. Eragon_book_cover

Ricordo che amavo molto l’estate, un po’ perché finiva la scuola, un po’ perché potevo stare a leggere tutto il giorno e la notte e fare pause solo per il bagno e mangiare. Insomma, la vita bella esiste e vorrei tanto mi pagassero per tornare a vivere in quel modo.

Con la madre apprensiva che mi ritrovo, un anno – il peggiore – mi ritrovo iscritta all’estate ragazzi del paese. Significava svegliarsi presto anche se non c’era scuola, ma soprattutto non poter leggere perché bisognava fare amicizia. Devo dire altro?

Questi sono i grandi libri che non dimenticherò mai, i libri che mi hanno fatto scoprire un mondo tutto nuovo e soprattutto un modo nuovo per vedere il mondo di tutti i giorni.

Quali libri hanno segnato la vostra infanzia? Grazie a chi o cosa avete scoperto che leggere è un passatempo meraviglioso?

 

P.s.: pensavo di organizzare un giveaway per il mese di giugno, potrebbe interessare? Ovviamente si tratterebbe di un libro.

 

Annunci

4 thoughts on “I libri dell’infanzia

  1. Bellissimo articolo!
    Nella mia infanzia c’è sempre stato Harry Potter. Posso ringraziare la mia maestra delle elementari, quando nel lontano 2001 portò il libro a scuola e iniziò a leggerlo in classe.
    L’inizio di una bellissima passione che dura ancora oggi!
    Ricordo che leggevo anche i libri del club delle babysitter, ero arrivata ad averne tantissimi!

    Mi piace

  2. Ciao nuova iscritta, adoro blog che parlano di libri, lifestyle,e tanto altro, adoro leggere e scoprire le idee e i punti di vista degli altri e mi farebbe tanto piacere seguirti, se ti va ti aspetto anche da me baci Manu ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...